Articoli

nascere, anima, dimenticato,Lettura Akashica

8 cose che hai dimenticato quando sei nato

Cose che hai dimenticato # 1 – Sei un’anima la cui magnificenza è molto al di là della tua comprensione terrena.

La società insegna la limitazione. E vivere “strizzati” in un corpo umano è l’esperienza della Terra che può essere dolorosa a volte. C’è molta libertà che hai come anima ma che non hai quando sei incarnato. La Terra, le condizioni lì, ti intrappolano nella limitazione. Ma chi sei veramente trascende le condizioni che la Terra ha da offrire. Il vero è che non hai limiti, solo potenziale.

Cose che hai dimenticato # 2 – porti la luce del Divino dentro di te.

Questa luce spinge la tua anima nel tuo corpo quando sei nel grembo materno. Diventa quindi la forza invisibile che ti dà la vita. E quando arriva il momento, al momento della tua cosiddetta morte, quella stessa luce lancia la tua anima fuori dal tuo corpo e torna alla Sorgente Divina da cui proviene. Quando la vita è gioiosa, la luce sarà lì. Quando la vita è difficile,  la luce sarà ancora lì.

Cose che hai dimenticato # 3 – La terra è uno scalo.

La benevola Fonte da cui sei venuto e alla quale tornerai giace oltre questo mondo temporaneo. Dopo il viaggio sulla Terra, tornerai in una terra che sembra più familiare, più come casa. Per rimanere libero nel gioco della vita, cerca la Fonte dentro te stesso, oltre i ruoli e il dramma. Quindi, puoi ballare la danza del gioco della vita con un pò più di ritmo, un po’ più di abbandono, scuoti di più quei fianchi.

Cose che hai dimenticato # 4 – Scegli la tua nascita, i tuoi genitori e le circostanze della tua vita.

La vita è piena di drammi, e il dramma familiare è il primo, quello primario, e ha un sacco di grinta. Come le altre circostanze della tua vita, ti sei iscritto per fare questo ballo prima che tu nascessi. Ma perché un’anima dovrebbe dimenticare le sue alte origini, vestirsi di un corpo e lasciare i Mondi Superiori per la Terra più difficile? Perché… (leggi punto 5)

Cose che hai dimenticato # 5 – La tua anima ama l’esperienza e non teme la sofferenza poiché sa che non può mai essere ferita.

Ciò non significa che quando sei in un corpo umano non è naturale preferire il piacere al dolore. Questo è parte del piano. Quando arrivano i tempi difficili, è bene ricordare che sei destinato a impegnarti in tutti i tipi di cose sulla Terra, cose che potrebbero non avere senso da un punto di vista umano. Quindi prenditi un momento prima di giudicare te stesso o le tue circostanze troppo duramente. Perché la tua scelta di percorrere un particolare sentiero sulla Terra può essere al di là della comprensione umana e finché non hai lasciato la Terra non capirai mai completamente tutti i perché e i percome.

Cose che hai dimenticato # 6 – La vita sulla terra non può esistere senza l’elemento ombra.

Mentre la Terra si muove attorno al Sole, non c’è nient’altro che ombra per buona parte del tempo. Non puoi avere il mare senza tempeste, la terra senza terremoti, il vento senza tornado. Sulla Terra, quando la luce sorge, l’oscurità arriva con essa. Dove c’è luce, c’è ombra. E a volte, a volte anche l’oscurità va bene. Non trascurare le ricchezze contenute nell’oscurità. La vita è molto temporanea, quindi non lasciare che il tempo passi. Lascia che i momenti ti riempiano, quelli che giudichi buoni e cattivi.

Cose che hai dimenticato # 7 – Non devi guadagnare il diritto di essere amato.

Se c’è una cosa che vale la pena fare sulla Terra, è scoprire l’amor proprio. È una questione di scoperta, non di apprendimento, perché l’apprendimento implica che stai partendo da zero; ma la verità è che tu già ami te stesso. Quando sei nato, quando avviene l’amnesia, dimentichi la tua magnificenza e pensi di dover guadagnare il diritto di essere amato. Come puoi guadagnare ciò che già ti appartiene?

Cose che hai dimenticato # 8 – La morte non è seria come sembra perché sei un essere eterno.

Tutti sulla Terra sono eterni, ma non lo sanno. Possono crederci, ma non lo sanno. Questo perché è troppo sapere. L’eternità non è un concetto che la mente può afferrare. Puoi provare a immaginarlo, ma poi, non potendo sperimentarlo, la tua mente dice “Sì, suona fantastico, potrebbe essere vero”, ma alla fine rifiuta ciò che non può capire. Questo perché non è la tua mente che può capirlo. È qualcosa di molto più grande e reale della tua mente. Inizia a giocare con l’idea che sei eterno, che andrai avanti. Ciò non significa un’esistenza senza fine sulla Terra. Potresti andare avanti in un modo che è più grande e più magnifico di qualsiasi cosa tu possa mai concepire.

 

FONTE: Questo articolo è ripreso da Om Times Magazine, © [May 09, 2015], ed è disponibile su http://OMTimes.com/

Autore: Annie Kagan

Estratto, tradotto e adattato da: ESPAVO: LetturaAkashica & TecnicheEnergetiche 

Condividere citando la fonte Crea Buon Karma 🙂