Legami: relazioni d’amore, legami Energetici e legami Karmici

Relazioni d'amore e Legami Energetici-Lettura Akashica-ESPAVO

Legami Energetici e Relazioni

Le relazioni sentimentali, e non solo quelle di coppia, comportano un forte scambio di energia tra gli esseri umani. Il contatto fisico e sessuale delle relazioni di coppia, ancor più che altre, coinvolgono lo scambio di informazioni sensoriali e chimiche, sensazioni che percepiamo consciamente e inconsciamente, ma anche lo scambio di energia e programmi. In questo articolo parlerò di queste ultime.

Quanto più stretto e intimo è il nostro rapporto con un’ altra persona, tanto più forti ed attivi saranno i “fili invisibili” o Legami Energetici che si formano tra noi, quindi capaci di trasmettere più energia. Durante l’atto sessuale, energicamente accadono cose che vanno al di là della nostra comprensione.

Inoltre capita che quando uniamo le nostre energie in questo modo, concediamo all’altro anche capacità di potere su di noi, creando quello che è chiamato ponte di potere.

I liquidi seminali e vaginali diventano plasma di energia all’interno dei corpi sottili e quindi il legame che ne deriva non è facile da tagliare se non con atto volontario ed opportuno. Così restiamo uniti con tutti coloro con i quali abbiamo condiviso il nostro letto, il nostro spazio intimo e il nostro corpo fisico ed energetico. Capite da soli cosa possa comportare tutto questo a livello prima energetico e poi di conseguenza fisico e mentale.

Legami energetici da vite simultanee e presenti

Veniamo già al mondo con dei legami, memorizzati come su un disco rigido, la nostra Akasha personale, in cui tutte le informazioni sono registrate. Spesso tali legami sono Lacci Karmici, ovvero veri e propri “matrimoni” energetici attivi tra la nostra ed un altra anima, compiuti con rituali simbolici in maniera cosciente, o “subiti” in maniera incosciente per il solo fatto che qualcuno ci amava a tal punto da proiettare un laccio su e verso noi. Quindi con rito unilaterale ma che comunque ci coinvolge.

Uno dei nostri lavoro energetici e spirituali in questa vita, poiché questo è anche il giusto tempo, è quello di risolvere tutti quei legami obsoleti che ci vincolano ancora oggi. Si tenga presente che questo genere di informazioni possono arrivare in una Lettura Akashica ed il nostro Sè Superiore porterà in lettura solo e soltanto i legami che risultano per noi bloccanti e non allineati al nostro bene o missione di vita. Tutti gli irrisolti conflitti emotivi possono essere ripuliti, per essere liberi di accogliere persone e situazioni in linea con quello che siamo ora.

Se risultiamo “sposati” energeticamente con qualcuno in questa vita o in vite simultanee passate, avremo difficoltà a fare nuovamente coppia nella nostra attuale esistenza. Lo stesso accade se abbiamo vite simultanee passate piene di emozioni e situazioni che non sono state risolte. Tutto è attivo nella nostra Akasha e presente qui e ora.

Non è possibile passare intere vite in cui si osserva il susseguirsi di relazioni e partner in cui ci sembra di cadere negli stessi errori, di ripercorrere gli identici schemi. Ad esempio, attirando sempre lo stesso tipo di relazioni: violente, fallimentari, dolorose, che ci deprivano della nostra dignità, ecc. ecc..

Una delle cose più importanti da fare nella vita è quello di risolvere i problemi in sospeso e imparare la lezione finale: amare senza condizioni o corde.

Effetti e conseguenze dei legami energetici attivi

Ora andremo ad analizzare gli effetti e le conseguenze di legami energetici attivi tra persone contemporaneamente incarnate, quindi nelle nostre vite attuali. I legami energetici hanno un lato positivo ed un lato negativo.

il positivo è che quando si ama una persona e si è in una relazione “sana”, il collegamento che con essa si crea, ci colma dell’amore che reciprocamente ci si trasmette. Il negativo è che se e quando un rapporto termina, in verità energicamente si rimane uniti. Quel legame che prima ci nutriva, ora ci vincola e ci limita e ci danneggia energeticamente, divenendo un fardello pesante e da tagliare.

Mantenere aperti e attivi i canali di connessione, al termine di una relazione, fa si che percepiamo l’altro quasi ossessivamente, anche se non ci si vede o sente. Si continuano a ricevere energie, depotenzianti, da tali canali e da questa o queste persone, compresi energie dei loro altri eventuali partner. Potremmo sentire di dover provvedere all’altro o ad aiutarlo, anche se in realtà non abbiamo alcun obbligo.

L’ accumularsi di emozioni irrisolte ci provoca malessere, stanchezza, un senso di malattia e la sensazione di vivere una vita senza scopo, con un bisogno di compensazione che spesso diventa devastante.

Non dimentichiamo che in passato, ma ancora oggi, pratiche sessuali erano e sono usate come veri e propri riti magici, di iniziazione o per chiedere favori alle più svariate entità in cui si crede.       Questo perchè vi è una enorme e potente energia che si sprigiona dall’atto sessuale ed in particolare dall’orgasmo che ne è il fine e culmine.

L’atto sessuale non solo ha effetti sulle energie fisiche, ma coinvolge anche le energie dei campi invisibili a partire da quelli più vicini al corpo fisico: corpo eterico, emozionale e mentale. Che sono tutte parti del nostro campo aurico.

Scambio tramite l’aura

L’aura è di per sé una difesa naturale, come la pelle consente di separare un corpo fisico da un altro, così il campo energetico aurico ci separa e protegge da quello di un altro. Nella metropolitana, per esempio, anche se siamo spesso a stretto contatto, possiamo toccare l’aura e può esserci scambio di energia minimo, ma se il nostro sistema è sano e forte, non andremo a subire alterazione ed invasione dell’energia di un altro.

Un intimo scambio di fluidi vitali, ormoni e energia sottile che culminano in orgasmo, è l’apice nella formazione di un collegamento o legame di energia tra i partner. Si crea quindi una cella di memoria energetica comune, un evento che lega in modo permanente i due partner.

Da questo punto di vista non c’è sesso sicuro, ci saranno sempre scambi e collegamenti energetici che permangono in noi.

Ogni volta che i corpi si uniscono in un bacio, un abbraccio o anche un semplice tocco, uno scambio di energia avviene. Poiché nell’atto sessuale ciò che si cerca è l’unione, le nostre difese volgono verso il basso, le aure delle due persone si fondono con un mix energetico, ma non solo quello.

Se il sesso è praticato con persona in sintonia con la nostra frequenza personale, in un legame “sano” che avviene con modalità e tempi in linea con noi e il nostro bene, tutto questo porterà benefici. Nel caso contrario risulterà un enorme spreco della nostra energia personale che disarmonizzerà la nostra vibrazione.

Le energie sessuali sono così potenti che durante l’orgasmo si apre un piccolo portale ad altri piani, soprattutto verso il basso l’astrale, essendo questa la più vicina alla dimensione fisica in cui viviamo. Se i rapporti sono guidati da emozioni dense ma negative, come la rabbia, la lussuria, la violenza, la perversione, ecc. ecc., l’energia è bassa in frequenza e distorta e quindi in grado di attrarre entità del basso astrale che entrano quindi nelle nostre aure.

Inoltre se il sesso diviene una pratica fine a se stessa, senza amore è fatto solo in maniera meccanicistica con lo scopo di dare o ricevere solo piacere, la bassa carica di vibrazione che ne scaturisce disturba il campo elettromagnetico e genera sporcizia nell’aura.

Lo scambio emotivo e mentale

Le emozioni prevalenti in una persona possono essere trasferiti anche da un campo di energia ad un altro. Per esempio, se abbiamo dormito con una persona: arrabbiata, depressa, o con qualsiasi altra situazione emozionale, ci ritroveremo a vivere quelle emozioni pesanti. Molte volte, si inizierà a presentare lo stesso comportamento.

Lo stesso vale per i pensieri negativi. Più bassa è la vibrazione della coppia, più il portale che si apre sarà su altri piani con meno potenza e raggiunge solo i sub-piani inferiori dell’astrale.

Al contrario, quando si è veramente innamorati e coinvolti positivamente, una alta qualità di emozioni e pensieri sono prodotti, l’energia è sottile ed elevata ed è quindi possibile che il portale aprendosi possa raggiungere i piani astrali più alti, o anche le dimensioni più sottili e superiori.

Da qui l’importanza di creare legami affettivi sani e prendere tempo per imparare e essere coinvolti in sentimenti di amore con una persona prima di fare sesso. L’idea è che il sentimento d’amore (non la passione, o il desiderio, o la chimica) ha la priorità nel rapporto, in modo che possiamo ottenere e realizzare l’intimità.

Una compartecipazione in qualità di energia di legame più alta, mira a garantire la trasmutazione dei carichi, sia personale che di coppia, il ripulirsi del corpo eterico, astrale e mentale inferiore. Questo è il vero ruolo di amore nei rapporti sessuali, oltre ad amare, sempre si effettua una purificazione energetica e spirituale.

Relazioni e responsabilità

Quindi è necessario prestare attenzione a come e con chi condividiamo la nostra intimità, a come e con chi condividiamo noi stessi e la nostra energia. Questo non per pudore o un pensare bigotto, ma per concrete ripercussioni su di noi ed il nostro benessere.

Impedire che qualcuno porti la sua “immondizia” nel nostro corpo aurico, finendo così per condividerlo. Poiché anche dopo essersi separati, ognuno ha una certa energia dall’altro, con tutto ciò che comporta.

Pensate poi a cosa accade se uno dei due, o entrambi, ha rapporti con diverse persone contemporaneamente, Si viene a creare un “serbatoio comune di basse energie”, uno scambio e condivisione pazzesca di programmi depotenzianti, entità e spazzatura eterica.

L’ignoranza di queste implicazioni ha portato ad un liberalismo estremo della sessualità, considerando il sesso solo come fisicità da soddisfare, nel perseguimento di auto-gratificazione molto apprezzato nella società moderna.

Essere attraente e “sessualmente libero/a” fa tendenza, fa figo è cool.  La mancanza di un modo più profondo di vivere la sessualità è uno dei mali dei nostri tempi. Comprendere che la sessualità dovrebbe essere un ponte verso livelli superiori di coscienza, ed essere un legame da vivere prima di tutto come un legame spirituale e di amore tra due anime in aiuto reciproco.

Le possibili conseguenze della sessualità, intesa solo come un bisogno fisiologico e come pratica auto-gratificante, sono troppo note: gravidanze indesiderate, violenze sulle donne, prostituzione e mercato delle schiave del sesso, malattie sessualmente trasmissibili. Per ridurre tali rischi sono emerse tecniche di prevenzione. Tuttavia, le conseguenze spirituali ed energetiche, sono sconosciute ai più e troppo sottovalutate. La cosa spiacevole è che per ridurre tali rischi non esistono preservativi o contraccezione, ma occorre consapevolezza, conoscenza e discernimento.

Da qui l’importanza di padroneggiare gli impulsi erotici attraverso l’esercizio della volontà e la cura per la salute della nostra energia e anatomia spirituale; in caso contrario, saremo esposti ad inquinamento dei nostri campi aurici con legami indesiderati. Così, il piacere momentaneo diventa un problema permanente.

Lavorare con i legami energetici e karmici

E’ possibile dissolvere i Legami Energetici e quelli Karmici che si sono venuti a creare durante cerimonie, rituali ed atti sessuali. Le modalità da me conosciute si rifanno all’utilizzo di decreti che si inseriscono in un lavoro più ampio di consapevolezza e presa di coscienza di informazioni personali e altre modalità. Questo perchè credo che bisogna prima conoscere le situazioni per poi provvedere a risolverle.

Non credo invece al “fast-food” della spiritualità, ovvero formule o decreti pronunciati in modo meccanico e spesso senza cognizione di causa che iniziano con parole tipo: “Che tutti i legami, corde, lacci, ecc…”. A mio vedere e per esperienza quel “tutti” non solo non significa nulla, ma non annullerà tutto. Poiché mentre alcune cose in noi possono essere realmente rilasciate senza saperne di più, vi sono molte situazioni spesso complesse in cui un legame o laccio è inserito, e se non si comprende il tutto non è possibile ottenere lo scioglimento del solo legame, laccio o corda in questione.

Comunque qualsiasi modo conosciate o decidiate di adottare per operare da soli il distacco energetico da qualcuno, fatelo da uno spazio di amore e per il bene supremo di entrambi. Ricordate sempre che dall’altra parte del laccio, della corda o del legame c’è un essere di luce esattamente come voi.

 

 

 

 

 

6 commenti
  1. Silvia
    Silvia dice:

    Bellissimo articolo..sono molto interessata al “mondo” delle energie sottili..Immaginavo alcune cose che hai scritto ma non le avevo mai potute cogliere così nei particolari come hai fatto tu ora. Inoltre quanto hai scritto è una conferma…del cuore e delle sue leggi.

    Rispondi
  2. Marika
    Marika dice:

    Salve a tutti,
    cercavo su internet una spiegazione su un legame con una persona che e’ quasi magico,vorrei raccontare la mia storia cosi’ che forse potete aiutarmi.
    Io e questa persona ci siamo conosciuti nel 2005 e avevo solo 15 anni ma dalla prima volta che l’ho vista me ne sono innamorata,lui all’epoca era fidanzato e anche se tra noi c’era una forte attrazione non e’ successo nulla; dopo 5 anni ci siamo rincontrati e quel fuoco che avevamo dentro si e’ riacceso…ci siamo messi insieme e andava tutto benissimo ma ci siamo lasciati senza tuttora ricordarci il motivo( entrambi non c’e’ lo ricordiamo) sono passati gli anni abbiamo avuto entrambi storie separate…ma la cosa strana e inspiegabile e che ci cerchiamo quando sono single io cerco lui e viceversa ma non riusciamo a essere piu’ entrambi liberi simultaneamente ci siamo risentiti nel 2013 ma nella mia testa si infilava sempre il suo pensiero anche quando ero fidanzata come il canto di un grillo che si sente in lontananza ora alla fine del 2017 ci siamo riscritti e come sempre spontaneamente ci siamo raccontati i nostri ricordi e la cosa assurda che anche lui come me ,ho sempre pensato che anche lui sentisse quel legame, si ricorda non l’episodio X ma si ricorda il momento, si ricorda le piccolezze ed io lo stesso come se le nostre vite si fossero fermate agli anni insieme un ricordo cosi’ nitido,chiaro,speciale e che ad entrambi ci lascia un sapore di nostalgia…
    Io mi sento di essere legata a lui sono quasi 13 anni che ci conosciamo e sono tanti davvero tanti…quando ne parlo con i miei amici piu’ intimi e’ come se non mi capissero…quel filo invisibile che ci lega che va oltre l’amore e l’amicizia…mi sento che con lui posso essere me stessa allo stadio piu’ puro perche’ lui e’ l’unico che mi conosce davvero conosce tutti i lati del mio carattere,e soprattutto per me e’ un amico un amante un fidanzato e’ tutto quello che lega due persone… mi sento che con lui c’e’ qualcosa di magico e credo nel destino e credo nel filo che ci lega e spero e mi auguro che questo legame non si possa spezzare mai e sono convinta che non accadra’ .
    Voi cosa ne pensate? mi piacerebbe avere un parere di tutti
    Scusate per il monologo
    Grazie a tutti 🙂

    Rispondi
    • espavo74
      espavo74 dice:

      Ciao Marika,
      sicuramente le vostre anime hanno vissuto molte incarnazioni insieme. Non necessariamente sempre come coppia di fatto delle volte i piani di vita per ciascuna anima sono differenti e prevedono si di rincontrarsi ma non sempre potendo stare insieme come coppia appunto. Ma tu e lui avete sicuramente avuto la bellissima esperienza del riconoscersi che accade ad anime legate da molte vite e situazioni.
      Questo va ben oltre il fatto che riusciate in questa vita ad essere una coppia o meno.

      Credo che sia indicato per te leggere questo post: http://espavo.it/2017/02/24/anima-uno-nessuno-e-centomila/ in cui si parla dei rapporti tra Anime.

      Luce & Prosperità.
      Barbara – ESPAVO

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *